Lo scadenzario fiscale della settimana

Nuovi appuntamenti con il Fisco per imprenditori e commercianti, giovedì 15 e venerdì 16

Anche questa è settimana di adempimenti fiscali per imprenditori, artigiani, commercianti ed agenti e rappresentanti di commercio.

Giovedì 15, infatti, è l’ultimo giorno utile per:

la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 gennaio 2018, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve);
l’emissione e registrazione delle fatture differite (soggetti Iva) relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente.

Per i sostituti d’imposta, invece, venerdì 16 è l’ultimo giorno utile per:

versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese precedente;
versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto corrisposte nel mese precedente;
versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale corrisposti nel mese precedente;
versamento ritenute alla fonte su su rendite AVS (Assicurazione Vecchiaia e Superstiti) corrisposte nel mese precedente;
versamento in unica soluzione dell’addizionale comunale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro;
versamento in unica soluzione dell’addizionale regionale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro;
versamento ritenute alla fonte sui pignoramenti presso terzi riferite al mese precedente;
versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente;
versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente;
versamento ritenute su conguaglio effettuato nei primi due mesi dell’anno successivo;
versamento ritenute alla fonte su provvigioni (per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza) corrisposte nel mese precedente;
versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione;
liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente;
soggetti che hanno affidato a terzi la contabilità: liquidazione e versamento dell’Iva relativa al secondo mese precedente;
contribuenti Iva trimestrali “naturali”: versamento Iva 4° trimestre;
Tobin Tax: versamento dell’imposta dovuta sui trasferimenti della proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi nonché di titoli rappresentativi dei predetti strumenti;
Tobin Tax: Versamento dell’imposta dovuta sulle operazioni su strumenti finanziari derivati e su valori mobiliari;
Tobin Tax: versamento dell’imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative alle azioni, agli strumenti finanziari partecipativi, ai titoli rappresentativi, ai valori mobiliari e agli strumenti finanziari derivati;
subfornitura: versamento IVA 4° trimestre 2017;
versamento saldo imposta sostitutiva sulle rivalutazioni del TFR;
versamento ritenute operate sui canoni o corrispettivi incassati o pagati nel mese precedente relativamente ai contratti di locazione breve previsti dall’art. 4, commi 1 e 3, del D.L. n. 50/2017;
contribuenti Iva trimestrali speciali: versamento Iva 4° trimestre 2017.
……Leggi tutto      

Pin It