Messina (Assoturismo): “Auguri a Centinaio per avvio delega turismo. Ora road map e sinergie con le imprese per rendere il settore più forte”

Dobbiamo migliorare la nostra proposta turistica sul mercato mondiale, in linea con le nuove tendenze

“L’inizio dell’anno segna l’avvio dell’operatività delega al turismo assegnata al Ministro dei Beni Culturali Gian Marco Centinaio. A lui vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro, con l’auspicio che questo nuovo anno porti finalmente l’indicazione di una road map per il settore, da sviluppare in sinergia con le imprese per rendere il turismo italiano più forte”

Così il Presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina.

“Il turismo ha grandi potenzialità, ma va sostenuto maggiormente per realizzarne pienamente il potenziale di sviluppo. I previsti aumenti di flussi turistici ed il loro impatto devono essere valutati con analisi scientifiche e un dialogo costante che tenga conto degli equilibri sociali e di una sostenibilità che può favorire, con azioni mirate, una più diffusa presenza di viaggiatori ed ospiti in centri minori ed aree interne. Il primo passo dovrebbe essere il ripristino del credito di imposta del 65% per le ristrutturazioni, sparito dalla manovra ma strumento essenziale per procedere nella riqualificazione dell’offerta della ricettività italiana”.

“Servono, però, anche azioni strutturali che trovino sinergie autentiche e concrete con i diversi attori in campo, dalle Regioni all’Enit. In particolare, speriamo che quest’ultimo possa giocare un ruolo sempre più determinante nell’azione di promozione del nostro Paese”, conclude Messina. “Dobbiamo migliorare la nostra proposta turistica sul mercato mondiale, in linea con le nuove tendenze, favorendo la rifunzionalizzazione del patrimonio immobiliare italiano dei centri storici minori. Un processo che può garantire economie diffuse in grado di arrestare lo spopolamento e la turistificazione delle città d’arte. Ci attendiamo infine che il Ministro Centinaio indichi termini e tempi certi per risolvere l’annosa questione delle locazioni brevi e del dilagante abusivismo ricettivo, individuando un percorso condiviso con le Regioni per arginare il fenomeno”.

……Leggi tutto      

Pin It